contatore statistiche per siti

Centrali solari nello spazio – Potrebbe essere realtà

Il futuro della produzione di energia potrebbe risiedere nello sviluppo di una tecnologia per trasmettere corrente elettrica senza l’uso di cavi o conduttori. A quanto pare i giapponesi sono all’avanguardia riguardo a questo avendo recentemente annunciato che loro agenzia spaziale è riuscita a trasportare senza l’uso di cavi 1,8kW di corrente elettrica ad una distanza di 55 metri.

Ma perché questa ricerca sarebbe così importante? Il sole è una preziosa fonte di energia, l’energia solare è illimitata e pulita, purtroppo non riusciamo a sfruttarla adeguatamente per due principali problemi. Il primo è l’alternarsi del giorno e della notte, quindi non è una fonte di energia continua nel tempo e l’altro è la forte dispersione dovuta all’atmosfera terrestre. Se il progetto dei giapponesi dovesse andare aventi potremmo essere in grado di costruire delle centrali solari fuori dell’atmosfera terrestre, centrali che stazionerebbero come i satelliti geostazionari e che invierebbero sulla terra l’energia prodotta. A questo punto però è facile intuire che oltre al problema della trasmissione di energia dalla centrale a terra dovremmo superare i problemi della progettazione e della costruzione delle centrali, non semplicissimo, ma comunque fattibile.

ssps2

Potrebbe essere questo quindi il futuro dell’energia? Enormi centrali solari che dallo spazio inviano energia sulla terra? Non resta che attendere e vedere se quello che al momento sembra essere fantascienza potrebbe diventare realtà.

Yasuyuki Fukumuro, il responsabile del progetto di cui vi parlavo pocanzi seppur entusiasta mette le mani avanti e dice che per vedere qualche applicazione pratica delle loro ricerche dovremo attendere almeno il 2040.

Note importanti. Qualcuno potrebbe avere da ridire sulla semplicità con cui ho cercato di spiegare questo progetto. L’energia elettrica è ovviamente già possibile inviarla senza fili, guardate ad esempio l’energia wireless, quello che è importante del lavoro degli scienziati nipponici è che sono riusciti a trasferire una grossa quantità di energia convogliandola in modo unidirezionale verso la fonte ricevente utilizzando microonde.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *